30 dicembre 2019

Impara a lavorare a maglia


Vuoi imparare finalmente a lavorare a maglia, ma sei da sola e non sai da dove partire?

Sei nel posto giusto, in questo articolo ti spiegherò tutti i passi che devi intraprendere per imparare a lavorare a maglia con i ferri. Anche se sei da sola e non sai dove partire o non sai quali materiali comprare qui di seguito troverai tutte le informazioni che ti servono per partire a sferruzzare.

Sei pronta per la tua nuova avventura? Si parte!

Da zero a maglia rasata

Iniziamo dicendo che il lavoro ai ferri non è difficile, anzi. Basta avere la dose giusta di determinazione e voglia di imparare, questo velocizza il processo di gran lunga.
Non c'è nemmeno il progetto "giusto" da cui iniziare, ma per evitare l'effetto Dunning-Kruger è meglio partire da cose piccole, brevi e non troppo elaborate.
L'effetto Dunning-Kruger nel lavoro a maglia, come in altri campi è quando una persona inesperta, vedendo qualche tutorial o qualche informazione pensa che comprando lana e ferri in un mese può realizzare una maglia con scalfi senza difficoltà.
Prendendo ispirazione dallo spot pubblicitario che recitava Impossible is nothing, tutto si può imparare e tutto si può fare, ma ci sono dei piccoli passi da fare inevitabili e anche un pò dolorosi per poi arrivare a fare tutto ad occhi chiusi.

Poi vorrei spendere due parole riguardo l'inclusione che il lavoro a maglia ci da. Infatti a maglia possono lavorare tutti: uomini e donne, persone non vedenti e ipovedenti, mancini e destrorsi, persone amputate, con una sola mano o senza mani. E se non mi credi cerca su youtube o su google, vedrai persone in ogni condizione, sesso e stato sociale lavorare a maglia.

Quali sono le informazioni base da sapere riguardo al lavoro a maglia?

  1. I materiali
  2. I filati
  3. Avviare le maglie
  4. Tenere il filo e i ferri
  5. Lavorare il dritto e il rovescio
  6. Chiudere le maglie
  7. Il campione
  8. Cucire il lavoro a maglia

Avviare le maglie

Per i materiali e i filati vedremo alla fine dell'articolo.
Il lavoro a maglia è una tecnica che intreccia i fili in un determinato modo con l'ausilio dei ferri. I fili intrecciati sul ferro si chiamano maglie.
Le maglie possono essere avviate sul ferro con numerose tecniche di seguito ti lascio due video che ti mostrano due modi per avviare le maglie sopra al ferro. (Per i mancini ti rimando a questo video).




Tenere il filo e i ferri

Avviate le maglie, si lavorano (per i destrorsi) da un ferro all'altro da sinistra verso destra.
Una volta che abbiamo le maglie montate sui ferri dobbiamo iniziare a lavorare a maglia con l'ausilio del ferro destro che è privo di maglie.

E per fare questo dobbiamo dare tensione al filo che proviene dal gomitolo. Come puoi vedere nella foto, il filo viene fatto girare alcune volte intorno alle dita. Non c'è un solo modo di dare tensione. Infatti la tensione è unica, cambia da persona a persona, soprattutto cambia il modo di tenere e girare il filo per dare la giusta tensione.
Ma c'è anche da dire che se non sai lavorare non sai proprio come trovare il tuo modo di dare tensione, quindi ti suggerisco di mimare quello che faccio, e di provare fino a che trovi il tuo modo di mettere il filo sul ferro.


Lavorare il dritto e il rovescio

Il lavoro a maglia è l'intreccio dei fili in un determinato modo che creano due punti principali, il dritto e il rovescio. Con questi soli due punti si ottengono le meraviglie che avrai visto per il web o che avrai indossato centinaia di volte non sapendo come fossero fatte.
Prima di passare però a guardare il tutorial di come si fa il dritto e il rovescio devo fare un'appunto importante: il lavoro a maglia si lavora come abbiamo detto lavorando le maglie da un ferro all'altro.
Quando abbiamo finito di riempire il ferro vuoto di destra dobbiamo girare il ferro, metterlo nella mano sinistra e e prendere il ferro adesso vuoto e metterlo a destra. Questo ci dà l'opportunità di lavorare un nuovo ferro.
Ora è importante che capisci questa piccola differenza prima di perderti in una confusione da cui non c'è ritorno.
Se lavori il primo ferro a dritto e il secondo ferro a rovescio ottieni la maglia Rasata.
Se lavori il primo ferro a dritto e il secondo ferro a dritto ottieni la maglia Legaccio.
Qui sotto in foto la differenza tra i due punti.

rimane uguale nel davanti e nel retro
cambia nel davanti e nel retro




Raccogliere le maglie cadute

Gli incidenti di percorso sono inevitabili, le maglie possono cadere dal ferro e vanno raccolte o con il ferro o con l'uncinetto. In questo video puoi vedere come si raccolgono a dritto e a rovescio.

Chiudere le maglie

Chiudere le maglie è secondo me una cosa facilissima basta lavorare due maglie e accavallare la prima sopra alla seconda, lavorare un'altra maglia e chiudere la prima sulla seconda, fino a chiuderle tutte. Trovi qui sotto il video per farlo.
Ma ti lascio anche un altro video per chiudere con l'ago da maglia e rendere la chiusura più elastica (va usato quando si chiude un polsino, un collo o le maglie del girovita.




Il campione

Il campione è un quadratino di lavoro che va fatto come prova, ma anche per calcolare le maglie e riportare in scala le misure da un campione per l'appunto ad una sciarpa o una maglia. In questo video ti spiego tutto quello che devi sapere del campione,



Cucire il lavoro a maglia

Bene ora che hai qualcosa da cucire puoi guardare questi video per:

Parlando dei materiali per il lavoro a maglia si può incominciare con poche cose per poi ampliare la collezione. Partiamo decidendo quale vuole essere il primo progetto da realizzare. Se fosse una sciarpa o una fascia per capelli, dobbiamo iniziare con i ferri e la lana.
La lana, soprattutto nei primi progetti è meglio comprarla spessa, per ferri da almeno 6 mm fino a 12 mm. E i ferri vanno comprati di pari passo con la lana. Le informazioni più importanti le si trovano sulle etichette del filato e se compri online nella descrizione.

Personalmente consiglio a tutti per iniziare di comprare ferri circolari o quelli lineari corti, per intenderci non quelli lunghi che vanno sotto le ascelle.
Seppure tutti i ferri fanno brodo :P ... quelli che vanno sotto le ascelle soprattutto all'inizio causano tensioni muscolari, proprio perché ci si strizza nel tentativo di capire come si lavora a maglia.

I ferri circolari possono essere fissi o con le punte intercambiabili. Siccome quelli intercambiabili costicchiano, consiglio di prenderne uno o due fissi all'inizio e quando si hanno le idee chiare di passare ai set di punte intercambiabili o alle singole punte intercambiabili a seconda del progetto che vai a fare.

Per i filati ci si potrebbe passare la giornata a parlarne, e comunque non posso rispondere a tutte le domande. Perché per ogni indumento va scelto un tipo di filato e di conseguenza il suo ferro.
Magari ci torneremo con altri post, ma se hai domande dirette da farmi usa la sezione commenti qui sotto.

Ti lascio alcuni link utili per l'acquisto di alcuni prodotti per il lavoro a maglia, sono link di affiliazione con Amazon. Vuol dire che io posso avere una piccola commissione sulla transizione andata a buon fine e a te non costa nulla di più. Se scegli di acquistare tramite questi link aiuti a sostenere economicamente il blog e il canale youtube, aiutando altre persone ad imparare il lavoro a maglia e l'uncinetto.
Grazie.




Posta un commento

Whatsapp Button works on Mobile Device only

Start typing and press Enter to search